Axel Thorkild-Il signore dell'isola di Man - Isbn: 979-12-80057-65-5

Autore : Roberta Strano
Anno di produzione : 2022
Casa Editrice : Antipodes
Genere letterario : Narrativa - Storico
Formato : Cartaceo
Quarta di copertina
Altre Notizie : Cover by Antipodes


Recensisci Opera

ACQUISTA

Il monastero benedettino maschile di Hamar sorgeva sulle sponde del tranquillo lago Mjosa e si stagliava all’orizzonte, avvolto per la gran parte del giorno da una nuvola di nebbia che saliva dalle acque del lago.

L’austero edificio mal si accordava all’ameno paesaggio circostante, i cui alberi sempreverdi e il cielo particolarmente blu ne caratterizzavano il luogo.

Un lungo e tortuoso sentiero s’inerpicava, attraversando il bosco e piccoli ruscelli, fino a giungere all’ingresso principale. Due monaci, facendosi strada, affondavano i loro piedi intirizziti nella neve. Tornavano dalla foresta, dove avevano raccolto bacche e frutti selvatici.

Questo era uno dei tanti compiti che svolgevano ogni giorno. Discutevano animatamente tra loro, scambiandosi degli sguardi di disappunto.

«Non dovrebbe vivere al monastero insieme a noi, è una vergogna! Le voci che circolano sul suo conto pare siano del tutto fondate» sbraitava uno con voce gracchiante, stringendo con le sue mani rinsecchite la bisaccia che portava dietro le spalle.

«Hai proprio ragione, la Chiesa non dovrebbe perdonare tanto facilmente certi peccati!» aggiunse l’altro con fiato corto.

«Ora sarà meglio sbrigarci!».

Affrettarono il passo, con la vaga idea di dover prendere un provvedimento per riportare la tranquillità al monastero. Da quando avevano conosciuto Axel, un bambino di appena dieci anni, la loro vita era stata sconvolta.

Stavano percorrendo il lungo corridoio che portava alle celle dei novizi, un lungo, squallido e oscuro corridoio con tante porte in legno tutte uguali. Ma essi sapevano dove Axel riposava. Febbricitanti spalancarono la porta, convinti di dover dare una lezione a quel bambino. Si avvicinarono al suo letto e...

Terzo e ultimo capitolo di una saga ambientata tra l’undicesimo e il dodicesimo secolo nella Scandinavia medievale, che racconta la vita e le vicende del giovane Axel, figlio-erede del conte norvegese Hans Thorkild e Isolde Olsen.

Ampio spazio è concesso alla psicologia del protagonista, animo tormentato, assillato da demoni interiori e dal conflitto tra bene e male, e dalla permanente interrogazione sui perché della vita.

Vita che sembra destinata al Chiostro ma che inaspettatamente conoscerà una svolta, costellata di successi e delusioni, intrighi, avventure, congiure di palazzo e amori impossibili.

Un viaggio interiore ma anche propriamente geografico, saranno infatti tanti i luoghi contemplati nell’odissea personale di Axel, tra cui la Sicilia, in cui si narra della spedizione dei Normanni guidati da Ruggero I d’Altavilla al fine di cacciare gli Arabi dall’isola.

Sono pagine di grande suggestione quelle in cui Axel scopre un mondo tanto diverso dal suo, con quell’apertura mentale all’ideale di convivenza pacifica che fu già di Ruggero II e poi del nipote Federico II di Svevia-Altavilla.

Sullo sfondo di imponenti scogliere, cascate, castelli e monasteri, molteplici gli spunti di riflessione suggeriti dal romanzo, caleidoscopio che sembra proiettare tutte le ombre e le luci dell’esistenza umana di ieri, oggi e domani.

Articolo Saga